NUOVO MOSTRO: DEMONE MIETITORE

(adattamento dal libro: "Le Pietre magiche di Shannara", Terry Brooks, Mondadori – i paragrafi in corsivo sono tratti dal libro in questione)

CLIMA /TERRENO: Abisso, sul primo materiale preferibilmente agisce in foreste e paludi

FREQUENZA: iper raro

ORGANIZZAZIONE: solitario

CICLO DI ATTIVITA’: preferibilmente notturna

DIETA: nessuna

INTELLIGENZA: supergenio (20)

ALLINEAMENTO: Bastardo / Dentro

N° DI MOSTRI: 1

CA: -9

MOVIMENTO: 18

DADI VITA: 30

THAC0: 4

N° DI ATTACCHI: 4 (Artiglio x 4 grazie alla sua velocità)

FERITE PER ATTACCO: 12-19 (1d8+11)

ATTACCHI SPECIALI: Terrore, sorpresa

DIFESE SPECIALI: Colpito solo da armi +3, subisce metà danni dalle armi contundenti e nessuno da qualsiasi tipo di proiettile o da armi da punta. Immune al freddo e all’elettricità. Immune a tutti gli attacchi mentali tranne quelli psionici puri per i quali però ha +2 ad eventuali TS. Immune ai veleni non demoniaci.

RESIST. ALLA MAGIA: 50%

TAGLIA: G (2,50 metri)

MORALE: Absolutely fairless (21)

VALORE PE: 53.000

Quella dei demoni Mietitori è una delle più potenti stirpi di demoni che vagano per i piani. Questi simpatici amici sono una delle cose più abiette e spietate che possano essere concepite, ma, per fortuna, ne esistono pochissimi, e ancor meno sono quelli che girano per il Primo Materiale a cercare vittime per soddisfare la loro sete di sangue. "Avviluppato dalla testa ai piedi in un mantello color cenere, il Mietitore era quasi invisibile, la faccia accuratamente nascosta nell’ombra di un ampio cappuccio. Nessuno guardava mai quella faccia una seconda volta. Il Mietitore si rivelava soltanto alle sue vittime, e queste erano tutte morte. […]. Il Mietitore era un assassino. Uccidere era l’unica funzione della sua esistenza. Era una creatura massiccia, dai muscoli possenti, alta più di due metri, quando si ergeva in tutta la sua statura. Eppure nonostante la sua mole non era goffo. Si muoveva con la disinvoltura e la grazia del miglior cacciatore elfo: armonioso, fluido, rapido e silenzioso. Una volta iniziata la caccia, era inesorabile. Nulla e nessuno gli era mai sfuggito. […] Il Mietitore non temeva nulla. Era un mostro che non si curava affatto della vita, nemmeno della propria. Non uccideva nemmeno per piacere, anche se, in verità, godeva a stroncare una vita. Uccideva per istinto. Uccideva perché lo trovava necessario." Come detto, è una creatura enorme: due metri e mezzo di altezza e un paio di quintali di muscoli e ferocia.

Combattimento: il Mietitore attacca senza pietà e sempre alle spalle le sue ignare vittime. Se la vittima è da sola deve solo sperare di sopravvivere al primo attacco, altrimenti non avrà neanche il tempo di vedere la morte in faccia. Il Mietitore non si accontenta di uccidere le sue vittime, ma ha la pessima abitudine di farle a brandelli ("I corpi giacevano sparsi per la stanza come marionette rotte, dilaniati, smembrati e senza vita. […] morti, straziati come da bestie impazzite." "Era quasi in fondo quando vide Katsin. O per lo meno quel che restava di lui, il suo corpo grottescamente contorto, abbandonato contro il muro sotto il balcone.") Il Mietitore è un combattente eccezionale, una vera e propria macchina da guerra, ed è dotato di caratteristiche spaventose (For 23 Des 22 Cos 20 Int 20 Sag 25 Car 1), nonché immune a tutte le armi normali ("La spada del capitano lampeggiò verso la gola del demone, ma la lama si infranse contro di essa. Il Mietitore non ne fu nemmeno scalfitto.") Il Mietitore attacca sempre quando c’è buio, ed è praticamente impossibile non essere colti di sorpresa da un suo assalto. I Chierici avvertiranno un brivido di freddo se il Mietitore è nelle immediate vicinanze, ma questo non annulla gli effetti della sorpresa, che ci sarà comunque. Elfi, ladri e creature dei boschi (oltre a classi extra tipo il Ninja, lo Z-warrior e comunque sempre a discrezione del DM) avranno una sensazione simile, amplificata dal fatto che sono abituate a stare sempre all’erta, ed avranno diritto ad un tiro per la sorpresa se non vengono attaccati di spalle ("Vagabondo ringhiò di nuovo e gli si rizzarono i peli sul collo. Hebel si guardò di nuovo intorno, allarmato. C’era qualcosa là fuori, qualcosa nascosto nell’oscurità. […] Non capì perché si fosse fermato, quando, improvvisamente, sentì qualcosa di freddo scivolargli nel corpo, raggelandolo al punto che riusciva appena a reggersi. […] Il vecchio intravide qualcosa in movimento: un’ombra enorme, ammantellata […] Fu assalito da una paura così terribile che non riuscì a liberarsene. […] desiderando con tutta la forza di volontà di cui era ancora capace di potersi voltare e fuggire. […] Poi quella sensazione se ne andò, rapidamente com’era venuta."). Soltanto i Paladini non vengono sorpresi dall’arrivo del Mietitore, dato che il male profondo, l’odio verso la vita, e la volontà continua di uccidere sono in netta contrapposizione con gli ideali del Paladino ("Wil si sentì raggelare […] Il demone era la personificazione del male"). Quando il Mietitore è nel raggio di 18 metri, il Paladino verrà colpito da un’ondata di malvagità, e per riflesso condizionato, sguainerà la spada istintivamente verso la direzione dalla quale sta arrivando il Mietitore. La sua apparizione provoca un terrore cieco e folle, e le creature con 6 DV o meno devono effettuare una prova di Follia come descritto sul manuale "Domini del Terrore" (Se non è a disposizione dovranno effettuare un tiro su Choc Corporeo con penalità 5% per ogni livello sotto il 6°, in caso di fallimento la morte sopraggiungerà per arresto cardiaco (o se preferite, per diarrea….)). Le creature con 7 DV o più invece dovranno effettuare un TS contro Pietrificazione per non fuggire in preda al panico per 3d4 rounds. Il Mietitore ha la stessa capacità di colpire alle spalle tipica dei Ladri (Muoversi sil. 98%, Nascondersi nelle Ombre 98%), con moltiplicatore x4 ai danni (una sua artigliata causerebbe qualcosa tipo 44-76 danni). L’attacco alle spalle è sempre il primo che viene portato, poi, in combattimento frontale attacca con i suoi terribili artigli, enormi mani con unghie taglienti come pugnali, che fanno lo stesso danno di una spada lunga. Il Mietitore vede perfettamente al buio. Data la cattiveria e la leggendaria fama di assassino che il Mietitore si porta dietro, coloro che lo riconoscono (Paladini, Sacerdoti, Bardi e Negromanti eventuale check su Intelligenza -2, gli altri alla metà e solo se hanno un minimo di conoscenza sull’argomento Demoni) sanno esattamente che tipo di pericolo si trovano di fronte. TUTTI i personaggi di allineamento Buono e coloro che sono alla ricerca di fama e gloria (così i giocatori imparano a fare i gradassi, qui il DM sia moooolto cattivo) dovranno combatterlo fino alla morte, andando in ritirata solo ed esclusivamente se la condizione d’inferiorità risulta insostenibile ad occhio nudo (Naturalmente il Mietitore non lascia MAI un lavoro a metà….li inseguirà per ucciderli). Altra, dolcissima, caratteristica del Mietitore è che con un "20" naturale al TxC uccide inesorabilmente sul colpo la vittima (di taglia al massimo G) sorpresa, di qualunque classe, razza o con qualsiasi numero di PF, a meno che questa non superi un TS contro Morte a -3. Il Mietitore non può essere scacciato (anzi, diventa furibondo), ma subisce doppi danni dall’acqua benedetta.

Habitat/Società: generalmente, i Mietitori sono molto riservati, e si accontentano di vagare per l’Abisso e sterminare i demoni più deboli ("A volte, entro l’oscurità del Divieto, era stato quasi impossibile controllarlo. Il Dagda Mor era stato costretto a permettergli di ammazzare i demoni di stirpe inferiore, tenendolo a freno con una promessa. […] avrebbe potuto imperversare per un intero mondo di creature. Cacciarle a volontà. Forse, ucciderle tutte."). Quelli che girano per gli altri piani sono semplicemente esperimenti di Evocazione sbagliati, e vi invito a immaginare quale possa essere stata la fine di coloro che avevano effettuato l’incantesimo…..Il Mietitore non lega con nessuno, e se decide di servire qualcuno, lo fa solo per proprio diletto ("Con lui andava cauto persino il Dagda Mor, benché il Mietitore non possedesse il suo potere. Era diffidente perché il Mietitore lo serviva per capriccio e non per paura o per rispetto come facevano gli altri"). A volte è "al servizio" di Lich, draghi Great Wyrm, o signori dei Demoni particolarmente potenti. Incute servilismo sui demoni con meno di 15 DV e su non morti di tutte le specie, tranne che su Grandi Mummie, Vampiri, Cavalieri della Morte, Beholder non morti, Draghi non morti, Lich, gli unici che avrebbero una minima speranza di non essere visti come vittime. Il Mietitore odia tutto e tutti, e tutto e tutti ricambiano l’odio. In più non c’è creatura che non debba guardarsi da un suo attacco: il Mietitore può stendere un Great Wyrm nel giro di tre round, ed anche creature di grande potenza come i più potenti demoni extraplanari o i Titani preferiscono evitare il combattimento, se possono ("L’enorme Palla di Fuoco prese in pieno il mio servitore demoniaco, e il Cavaliere si lasciò andare ad una profonda ed inquietante risata. Quando il fumo calò, il Mietitore era lì, in piedi….il Cavaliere imprecò ed estrasse lo spadone dal fodero sulla schiena. O almeno erano queste le sue intenzioni……il Mietitore fu più veloce, in un attimo fu su di lui e ne fece scempio." Sargas, Arcilich – Diario).

Ecologia: Il Mietitore non ha alcuna funzione fisiologica, se non la brama di uccidere "per sport", e non ha un linguaggio. Il Mietitore non parla, agisce. Nessuno ha mai raccontato di aver visto il Mietitore faccia a faccia, nessuno è mai sopravvissuto ad un suo attacco. Le cose che si sanno sono state apprese da diari e simili di qualche potente mago o Lich che ha potuto spiarlo o comandarlo, seppur per breve tempo.