Forgiarune

 

 

Il Forgiarune è una classe consentita solo ai Nani: infatti la figura del forgiarune esiste solo nella cultura nanesca. Tutti sanno che nella cultura dei nani non esiste la figura del mago, ma forse non tutti sanno che questa classe può essere soppiantata dal Forgiarune: difatti il forgiarune sfrutta la sua abilità di forgiare rune magiche quasi come fossero incantesimi, e molte ne imitano gli effetti. Ovviamente il forgiarune è quasi un mago, ma non è considerato tale a tutti gli effetti. Infatti non sempre riesce ad utilizzare la runa voluta, a volte può anche sbagliare.

 

Dati tecnici

Il Forgiarune ha con sé un oggetto magico particolare, che solo lui è in grado di usare: il “ Forgerer”. Questo Forgerer consiste in un bastone di ferro con il quale il Forgiarune è in grado di forgiare le rune magiche che gli servono. Questo particolare oggetto gli da la possibilità di poter forgiare rune ovunque: nell’aria, sul ferro, sul legno, etc…

Le rune forgiate non sono però permanenti (salvo eccezioni) e dopo un dato lasso di tempo scompaiono senza lasciare traccia (una lieve rimanenza magica, che scompare dopo 1 o 2 giorni). Praticamente forgiare rune equivale a lanciare incantesimi, ma con qualche piccola differenza che verrà spiegata oltre.

Forgiare una runa comporta una penalità di +2 all’iniziativa, e all’iniziativa andrà aggiunta anche il fattore velocità con cui la runa ha il suo effetto.

Se la runa che si vuole usare va letta e non è stata memorizzata, va aggiunto 1 round per livello di runa all’iniziativa.

Ogni volta che si vuole utilizzare una runa va superata una prova di intelligenza con nessuna penalità per rune di primo livello, -1 per rune dal 2° al 4° livello, -3 dal 5° all’8° e –4 per rune di 9° livello. Il fallimento del test, comporta il non utilizzo della runa per quel round.

Esiste una runa corrispondente ad ogni incantesimo degli stregoni delle scuole di Alterazione, Divinazione (solo 1° livello),  Evocazione / Attrazione, Illusione / Visione (Solo fino al 4° livello),  Invocazione / Apparizione e Scongiurazione.

Il fattore velocità della runa voluta corrisponde al tempo di lancio del corrispondente incantesimo; durante tutto questo tempo (mentre incide la runa e mentre questa ha effetto) il Forgiarune deve rimanere concentrato. Le rune istantanee (come dardo incantato) non hanno bisogno di molta concentrazione; la durata dell’ incantesimo resta invariata, e gli incantesimi permanenti (sigillo dello stregone) rendono la runa permanentemente incisa.

Le rune sono considerate come incantesimi lanciati da uno stregone di 2 livelli inferiore, ai fini del dispel magic, ma non ai fini del lancio.

Per le rune memorizzate ci si comporta come gli incantesimi memorizzati degli stregoni: una volta lanciate vanno reimparate con 8 ore di sonno ( come gli stregoni del resto)

 

I punti esperienza necessari ad un forgiarune sono gli stessi di quelli di uno stregone; le rune che egli può tenere a mente equivalgono al numero di incantesimi memorizzabili da uno stregone di medesimo livello; come dadi vita il forgiarune tira i dadi da 4 facce, ma può sfruttare i bonus di forza eccezionale e costituzione come se fosse un guerriero; usa il ThAC0 di un mago, ma può utilizzare l’ascia da battaglia in aggiunta alle armi permesse ad uno stregone; può inoltre indossare l’elmo e armature fino ad un massimo di Cuoio Borchiato o di Pelle: armature di ferro intralcerebbero la magia delle rune; il Forgerer può anche essere usato come arma a una mano: infligge 1d4 / 1d4 danni, ha un FV di 5, ha un bonus magico di +1; il Forgiarune può utilizzare contemporaneamente l’Ascia e il Forgerer fino ad avere 2 attacchi a round. Normalmente ha solo 1 attacco a round. 

 

Caratteristiche minime per essere Forgiarune

 

Intelligenza 15; Saggezza 09

 

Soldi alla creazione del pg: vedi stregone

Deve inoltre possedere un libro delle rune e il Forgerer che è gratis.

 

Il Forgiarune ha un aspetto sempre fiero e quasi altezzoso: del resto provengono dall’ elite del popolo nanico.